Crostata di zucca (Pumpkin pie)

novembre 5, 2012 in Crostate, Zucca

La crostata di zucca nel periodo di Halloween è un vero classico della cucina americana. Devo essere sincera ed ammettere di avere provato questa ricetta con un certo scetticismo, per scoprire invece un ensemble di sapori delicato e accattivante, di quelli che ti spingono a mangiare un pezzetto, poi un altro pezzetto e così via…

Come sempre quando attingo a ricette di oltreoceano, ho praticamente dimezzato la quantità di zuccheri, in maniera che i gusti della zucca e delle spezie siano esaltati e non coperti. L’aggiunta della panna montata non è obbligatoria ma la consiglio, in quanto i gusti e le diverse consistenze si sposano perfettamente dando vita ad un concerto armonico sulle papille gustative.

Ricetta adattata dal libro di Martha Stewart “Pies and Tarts”

Tempo di esecuzione: 30 minuti + 60 minuti di cottura
Porzioni: 6-8
Attrezzatura: mixer, mattarello, tortiera da crostata da 22-24 cm, 2 ciotole, taglia pasta per decorare (facoltativo)

Ingredienti

Per la pasta brisée
Farina 00: gr 190
Burro: gr 110
Zucchero: 1 cucchiaio
Sale: 1 pizzico

Acqua fredda: ml 60

Per il ripieno
Purea di zucca: gr 450
Zucchero di canna: gr 100
Cannella in polvere: 1 cucchiaino da the
Zenzero in polvere: 1 cucchiaino da the
Chiodi di garofano in polvere: una punta di cucchiaino
Amido di mais (maizena): 1 cucchiaio

Uova: 4
Latte condensato: gr 150 (reperibile facilmente nella grande distribuzione)

Per servire
Panna da montare: ml 250
Zucchero a velo: gr 40
Noce moscata grattugiata a piacere 

Procedimento

Preparare la pasta brisée mettendo la farina, lo zucchero, il sale e il burro nel boccale del mixer (si può fare anche a mano, lavorando velocemente con la punta delle dita) e amalgamare per pochi secondi, fino ad ottenere delle grosse briciole (foto 1, foto 2). Aggiungere l’acqua poco alla volta con il mixer in azione, fermarsi appena il composto si aggrega in quanto potrebbe non essere necessaria tutta la quantità di acqua (foto 3). Versare l’impasto sulla spianatoia e formare un grosso disco, avvolgere con pellicola e riporre in frigo per almeno 30-45 minuti (foto 4, foto 5).

Cuocere i pezzi di zucca al vapore, poi frullarli nel mixer o con il minipimer e lasciare raffreddare (foto 6, foto 7) . In una ciotola separata mescolare le uova, lo zucchero, le spezie, la maizena e e la purea di zucca intiepidita (foto 8, foto 9, foto 10, foto 11, foto 12, foto 13). Aggiungere il latte condensato e mescolare bene (foto 14).

Accendere il forno a 180° venti minuti circa prima di stendere la pasta.

Trascorso il tempo di riposo, estrarre la pasta brisée dal frigo e stenderla su una spianatoia infarinata (foto 15). Per avere la dimensione giusta, sovrapporre la tortiera e accertarsi che il disco di pasta sia largo a sufficienza per rivestire l’intero diametro, bordi interni inclusi. Imburrare la tortiera e, aiutandosi con il mattarello, trasferire la pasta brisée al suo interno, facendo aderire con delicatezza (foto 16, foto 17). Eliminare l’eccesso di pasta sui bordi, foderare l’interno con carta da forno e riempire con pesi in ceramica o con fagioli (foto 18, foto 19). Cuocere per 20 minuti, poi eliminare la carta con i fagioli e cuocere per altri 10 minuti.

Nel frattempo, con i ritagli di pasta creare delle decorazioni (foto 20) da applicare sul bordo della crostata (questo passaggio è facoltativo).

Estrarre il guscio dal forno, versare il composto di zucca e, se le avete preparate, attaccare le decorazioni al bordo aiutandosi con un pennello intriso di latte (foto 21, foto 22). Assicurarsi di non fare debordare le decorazioni altrimenti si scuriranno troppo in fretta.

Appoggiare la tortiera sulla leccarda e rimettere in forno sul ripiano mediano. Cuocere per circa 30 minuti, fino a quando il composto di zucca si sarà solidificato ma il centro della torta risulterà ancora leggermente mobile.

Sfornare e lasciare raffreddare completamente (foto 23).

Montare la panna con lo zucchero e servire la crostata con un ciuffo di panna cosparso di noce moscata grattugiata (foto 24).