Pesche ripiene alla piemontese

settembre 19, 2012 in Cioccolato, Dolci al cucchiaio, Pesche

Questa è un’ottima ricetta per sfruttare le ultime pesche di stagione, meglio se quelle comunemente chiamate “spaccarelle” perche si dividono facilmente a metà.

Si tratta di una ricetta tipica del Piemonte, tramandata in famiglia da  mia nonna originaria di Santhià. E’ molto veloce da eseguire e davvero deliziosa nella sua semplicità. Questa versione non prevede l’aggiunta di zucchero oltre a quello contenuto negli amaretti, ed è per questo che io la prediligo, ma volendo se ne possono aggiungere 30 gr per un risultato davvero dolce al palato.

Tempo di esecuzione: 20 minuti più 45 di cottura in forno
Porzioni: 8 -10
Attrezzatura necessaria: ciotola, teglia capiente, minipimer o mixer

Ingredienti

Pesche lavate, divise a metà e private del nocciolo: 1 kg circa (4 o 5 pesche)
Amaretti: gr 80
Uova: 1
Cacao amaro in polvere: gr 30

Procedimento

Accendere il forno a 180°.

Con l’aiuto di un cucchiaino, scavare l’interno delle pesche divise a metà e private del nocciolo (foto 1, foto 2, foto 3). Raccogliere la polpa in una ciotola con tutti gli altri ingredienti e ridurre in crema con l’aiuto del minipimer – oppure se non l’avete potete utilizzare il mixer (foto 4, foto 5).

Ungere la base di una teglia che possa contenere tutte le pesche, riempire le metà con il composto e sistemarle nella teglia in maniera che non si inclinino (foto 6). Coprire la teglia con carta da forno bagnata e strizzata e infornare sul ripiano di mezzo del forno (foto 7). Dopo circa 30 minuti rimuovere la carta da forno e continuare la cottura per altri 10-15 minuti.

Servire il dolce tiepido o a temperatura ambiente (foto 8).