Crostata alle pesche e frutti di bosco con frolla alle nocciole
 VEGAN 

luglio 12, 2012 in Crostate, Pesche, Primo piano, Vegan

Il caldo estivo e tutta questa bella frutta a disposizione non invogliano certo a preparare e consumare torte elaborate o troppo ricche. Questa crostata, adatta anche agli amici vegani in quanto non contiene alcun ingrediente di origine animale, è l’ideale per un fine pasto in giardino o una merenda al mare e contiene tantissima frutta fatta cuocere in un gustoso guscio di frolla con nocciole.

L’unica criticità nell’esecuzione di questa ricetta è rappresentata dalla manipolazione della frolla, che non contenendo burro, tende a rompersi. Bisogna essere pazienti e, dopo averla stesa, spostarla a pezzi nella teglia ricomponendo il tutto con l’aiuto delle mani. Vi assicuro che il risultato sarà comunque ottimo.

Per il ripieno, potete usare la frutta che preferite e, eventualmente, aggiungere anche spezie come cannella, zenzero, chiodi di garofano o cardamomo.

Tempo di esecuzione: 20 minuti più un’ora di riposo della frolla e 45 minuti di cottura
Porzioni: 6-8
Attrezzatura necessaria: mixer, ciotola, tortiera ad anello o anello alto per torte da 20 cm di diametro, mattarello

Ingredienti

Per la frolla
Nocciole tostate: 100 gr
Zucchero a velo: 75 gr
Farina 00: 200 gr
Olio di arachidi o girasole: 80 ml
Latte di riso, soia o avena: 50 ml
Sale: un pizzico

Per il ripieno
Pesche mature e sode:  400 gr
Frutti di bosco misti: 250
Zucchero: 100 gr

Procedimento

Preparare la frolla cominciando a ridurre le nocciole in farina nel mixer insieme allo zucchero (foto 1, foto 2), poi aggiungere tutti gli altri ingredienti fino ad ottenere un impasto simile a grosse briciole (foto 3, foto 4, foto 5, foto 6). Versare il tutto su una spianatoia e formare un disco (foto 7), avvolgere in pellicola e riporre in frigo per circa un’ora. L’impasto si presenterà piuttosto unto, ma in cottura questa caratteristica sparirà.

Quando l’ora è quasi trascorsa, accendere il forno a 180°. Ungere la tortiera o l’anello e foderare il fondo con carta da forno. Estrarre la frolla dal frigo e stenderla dopo avere accuratamente infarinato sia la spianatoia che il mattarello (foto 8). Per evitare che si attacchi, infarinare anche la superficie della pasta. Raggiunto una spessore di circa 4-5mm (appoggiate la teglia sulla pasta stesa per verificare che il diametro sia sufficiente per avere un bordo alto circa 2.5-3 cm), trasfertite la pasta sulla teglia, pezzo per pezzo, ricomponendola premendo con le dita (foto 9). Livellate la superficie con il dorso di un cucchiaio e infornate per 10 minuti.

Nel frattempo preparare il ripieno, mescolando in una ciotola le pesche lavate e tagliate a spicchi, i frutti di bosco lavati e lo zucchero (foto 10). Estrarre la teglia dal forno, sistemare la frutta all’interno del guscio (foto 11) e cuocere per altri 35 minuti. Se dovesse formarsi molto liquido, eliminare con una siringa da arrosti (foto 12).

Sfornare (foto 13) e lasciare raffreddare completamente prima di rimuovere dalla tortiera. Servire così (foto 14, foto 15) o accompagnare con panna montata non zuccherata, gelato alla crema o, per i vegani, da gelato alla soia gusto vaniglia.