Crostata al cocco e cacao
 VEGAN 

aprile 1, 2012 in Cioccolato, Vegan

Ammetto che la questione vegan rappresenta una sfida per le mie doti creative. Da quando ho ricevuto diverse richieste per la pubblicazione di dolci vegan, continuo a cercare idee sfiziose ed originali per creare ricette che siano buone tanto quanto quelle che contengono prodotti di derivazione animale.

Questa crostata è uno dei risultati a cui sono approdata e credo possa soddisfare i requisiti sopra citati; vi invito a farla assaggiare agli amici senza dire che si tratta di un dolce vegan, sono certa che non noteranno la differenza. La frolla con il cocco grattugiato risulta croccante al palato e gustosissima, mentre il ripieno di latte di cocco e cioccolata amara si scioglie in bocca come la migliore delle creme tradizionali.

Tempo di esecuzione: 40 minuti più il tempo di riposo della frolla più il tempo necessario per far rapprendere la crema (in tutto calcolate almeno 3 ore)
Dosi: 8
Attrezzatura necessaria: mixer (facoltativo), matterello, teglia a cerniera da 24 cm

Ingredienti

Per la pasta frolla 

Farina 00: 225 gr
Cacao amaro in polvere: 25 gr
Cocco grattugiato: 75 gr
Lievito per dolci: 6 gr (1 cucchiaino)
Zucchero a velo: 75 gr
Olio di semi di girasole: 125 ml 
Latte di riso: 80 ml

Per il ripieno

Latte di cocco per cucinare: 400 ml (una lattina, reperibile nei negozi di cibo etnico o nell’apposita corsia degli ipermercati)
Latte di riso: 100 ml

Cioccolata amara al 50 %: 150 gr
Agar agar in fiocchi: 5 gr – 2 cucchiai rasi (reperibile nei negozi di alimentazione macrobiotica)

Cocco grattugiato per guarnire: 4-5 cucchiai colmi

Procedimento

Cominciare preparando la frolla. Mettere la farina nel boccale del mixer, aggiungere il cacao, la farina di cocco, il lievito, lo zucchero a velo e l’olio (foto 1, foto 2, foto 3, foto 4, foto 5, foto 6). Azionare il mixer fino ad ottenere uno sfarinato a grana grossa (foto 7). Con il mixer in azione, aggiungere il latte poco alla volta, fino a quando l’impasto si compatta (foto 8).
Rovesciare su un piano di lavoro (foto 9) e impastare brevemente con le mani dando la forma di un disco (foto 10) da avvolgere con la pellicola e riporre in frigo per almeno mezz’ora.
Se non possedete un mixer, potete lavorare l’impasto con le mani, seguendo lo stesso ordine: impastare tutti gli ingredienti a parte il latte di riso, che andrà aggiunto alla fine fino a raggiungere un impasto che sta insieme senza sfaldarsi.

Dopo 15 minuti accendere il forno a 180° e oliare una teglia a cerniera da 24 cm di diametro, oppure spruzzare con lo spray vegetale apposito (foto 11).

Trascorso il tempo di riposo in frigo, posizionare il disco di frolla su un piano di lavoro infarinato (foto 12) e stendere con il matterello. Questa pasta tende a creparsi e rompersi facilmente, non si può pensare di stenderla molto sottile. Una volta raggiunto uno spessore di circa 4-5 millimetri possiamo ritenerci soddisfatti (foto 13). In questo caso è impossibile usare il metodo che prevede di avvolgere la pasta stesa sul matterello per  trasferirla sulla teglia, si deve quindi procedere prendendo un pezzo alla volta e schiacciandolo con le mani cominciando dai bordi per poi riempire anche il fondo (foto 14, foto 15, foto 16). Assicurarsi di ottenere uno spessore più o meno uniforme  e di non lasciare buchi (foto 17). Con il manico di una posata, uguagliare il bordo senza preoccuparsi di dare un aspetto troppo regolare, questa crostata è bella anche se un po’ rustica.

Mettere un foglio di carta da forno all’interno della tortiera, che copra fondo e bordi, e riempire con fagioli o con gli appositi pesini per cuocere in bianco (foto 18). Fare cuocere 20 minuti, poi rimuovere la carta con i fagioli e proseguire la cottura per altri 20 minuti.

Sfornare  e fare raffreddare completamente senza togliere l’anello della teglia (foto 19).

Preparare il ripieno rompendo la cioccolata a pezzettini e mettendola in una terrina (foto 20). Mettere il latte di cocco e il latte di riso in un pentolino e aggiungere l’agar agar (foto 21, foto 22), lasciando in ammollo per 5 minuti. Accendere il fuoco e portare ad ebollizione mescolando in continuazione. Abbassare la fiamma e cuocere per una decina di minuti, sempre rimestando per non fare attaccare (foto 23), fino a quando le scaglie di agar agar si saranno dissolte. Versare sulla cioccolata  (foto 24). Lasciare riposare il latte di cocco con la cioccolata per 2 o 3 minuti e poi mescolare fino ad amalgamare bene il composto (foto 25, foto 26). Lasciare raffreddare qualche minuto, poi mettere la teglia con il guscio su un piatto e versare la crema all’interno della frolla cotta (foto 27). Posizionare in frigo per un paio d’ore circa. Prima di servire, rimuovere l’anello e coprire con il cocco grattugiato (foto 28). Spostare la teglia ad un piatto da portata è un’operazione delicata, fatelo solo se possedete l’attrezzo adatto e anche così dovrete staccare delicatamente la torta perché il ripieno potrebbe essere passato passato attraverso le crepe del guscio, facendolo incollare al fondo della teglia (foto 29, foto ).